Chi è Piero Bartoletti ……..dietro la fotocamera

Ciao , sono nato nell’anno 1959 , mi auto dipingo come un appassionato , innamorato , geloso e  morboso del mondo  Bianco nero analogico.

Il mio  innamoramento nasce nel lontano 1984 dinanzi a sua “eminenza ” Sergio Martini , mentore , amico , stimolatore di conoscenze, colui che riuscì a magnetizzare l’attenzione e l’intelletto di un numero dispari  di ragazzi (3 , fra i quali il sottoscritto ) con l’appetito famelico dei  lupi,  circa cosa fosse celato oltre  il”portale” , oltre la tenda blù!

Lui , Sergio , grande appassionato e cultore della fotografia B/N ci permise di oltrepassare la linea di demarcazione fra il giorno e la notte , fra il colore ed il bianco nero, fra il percepibile e l’auspicabile .

Varcai il portale del  mondo fotografico con l’ansia di un ragazzo che assapora l’emozione di cavalcare la prima bicicletta , all’epoca fu una emozione che mi fece vacillare forse, maggiormente emozionante  del primo bacio.

UN portale ,tanto era l’oltre tenda, un mondo di barattoli , termometri , spirali , contenitori , pellicole , chimici e ..le luci ed ancora luci .là dove l’oscurità impera ,

ancora … un ambiente nel quale dominavano colori…

verde -giallo

ma , sopratutto il rosso , onnipresente, necessario come l’aria!

Oltrepassando quel “portale ” accedevamo ad un universo dove esistevano le condizioni per creare,  ciò che NON avresti potuto tenere a memoria,  il bianco e nero della vita.

Creavamo  con  pellicole negative dimensione 6×9  con la luce ,con i chimici ,con gli ingranditori , ma , sopratutto, con l’immaginazione e la curiosità che man mano veniva sfamata, senza mai saziarci.

La sera  rincasai  frastornato , ubriaco  dei perchè , le domande si avvicendavano nella mia mente .. luce rossa, rivelatore, bromografo, velatura???

Una emozione che  tutt’ora percepisco ed adoro …una replica del  sapore del sapere , della conoscenza, della voglia di scoprire tutti quei segreti ad ancora ..ho ..fame.